La medicina personalizzata è il futuro della medicina.

LA RIVOLUZIONE DEI TEST GENETICI

I contenuti di questa guida sono accessibili gratuitamente grazie al contributo non condizionante di:

COPYRIGHT © 2019 STUDIOMAKER s.a.s.

*Contenuto ADV

Nella costituzione genetica di un individuo esistono una serie di informazioni che, se intercettate, forniscono un’analisi del rischio da parte di quell’individuo, di contrarre determinate patologie.

Come ormai sappiamo bene, un alleato molto potente della medicina nella lotta a queste patologie è sicuramente la diagnosi precoce. Ed ecco quindi che entrano in gioco i test

I progressi scientifici, come i test genetici, ci stanno aiutando a scoprire il genoma umano e a carpire informazioni da esso. Un test genetico è un test di laboratorio condotto con lo scopo di ottenere informazioni su aspetti specifici dello stato genetico di un individuo.”                                                                                                              Ospedale Pediatrico Bambino Gesù


La possibilità di studiare il profilo genico di una singola patologia conduce a una più raffinata selezione di quei pazienti che sono effettivamente a rischio di ripresa di malattia, oltre a un più preciso uso delle risorse terapeutiche.

Tali attività permettono di:

          Valutare la predisposizione del paziente a una patologia;

          Prevenire il rischio che il paziente ha di ammalarsi di una specifica malattia.”

                                               

                                                          Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli













genetici, permettendo ad un individuo di conoscere le probabilità di essere a rischio e quindi di ricorrere ad una prevenzione mirata e tempestiva.

Questo, secondo gli esperti, porterà ad un incremento della medicina di precisione o personalizzata, che è quella tipologia di medicina che si basa sulle caratteristiche del singolo individuo, e che sta diventando il centro della medicina moderna.


La medicina personalizzata e mirata riesce, grazie a risorse come il sequenziamento del genoma umano, i conseguenti test genetici, le diagnosi precoci, a definire trattamenti più idonei e risolutivi per la cura di determinate patologie.

Può risultare abbastanza intuitivo che customizzare una terapia su misura, avendo a disposizione non solo l’anamnesi del paziente ma anche la predisposizione genetica e un calcolo delle probabilità, aumenti sensibilmente il potere della terapia.


Il DNA è infatti paragonabile ad una grande biblioteca contenente un gran numero di libri (i geni) nei quali esistono le informazioni riguardanti l’intero organismo.

Negli esseri umani il 99,9 dei geni è lo stesso per tutti, ma nel rimanente 0,1% ci sono le differenze che ci rendono peculiari ed essendo responsabili, come detto, della predisposizione a determinate patologie ma anche determinando le risposte differenti che abbiamo nei confronti di un alimento o una sostanza determinando per esempio un’inclinazione ad assorbire grassi o a sviluppare allergie.


La possibilità di ricorrere a strategie preventive e mirate permette, naturalmente, un vantaggio non indifferente sia nell’affrontare una malattia sia nel gestire al meglio il proprio organismo, ed è per questo che la mappatura del genoma e i conseguenti test genici sono destinati a stravolgere la medicina come noi la conoscevamo fino a qualche anno fa.


In aggiunta a tutto questo le possibilità di ottenere informazioni sulla propria stirpe, conoscere a quali zone del mondo siamo legati o con quale etnia abbiamo familiarità hanno fatto si che molte aziende fiorissero sul mercato.


La 24genetics.it per esempio, oltre ad essere leader in Europa ha un servizio molto interessante, offre infatti la possibilità di ottenere 7 rapporti da un solo test di DNA: Salute. Antenati. Nutrigenetica. Cura della pelle. Talento e personalità. Sport. Farmacogenetica. (Approfondisci)   La particolarità sta nel fatto che non sarà necessario individuare il rapporto di interesse nello stesso momento, si può ordinare un solo rapporto e poi in un secondo momento decidere di ordinarne altri senza dover rimandare il campione di DNA.